Il tuo cervello ha bisogno di riposo e relax ogni tanto

100 miliardi di neuroni, 70 mila pensieri al giorno, persino un litro di sangue che scorre al minuto: il nostro cervello lavora davvero duro! Merita un momento di relax.

Il tuo cervello ha bisogno di riposo e relax ogni tanto

Forse non tutti, ma alcuni di voi certamente vivono in grande fretta, e l’intera giornata è piena di numerosi compiti. Se a questo si aggiungono i problemi di sonno, allora è certamente il cervello a soffrire. È il momento di occuparsene!  La mia proposta è 3 modi per rigenerare il cervello durante il giorno.

Chiudi gli occhi per 10 minuti

Dal libro di testo di anatomia: “La percezione visiva utilizza il 60% dell’intera corteccia cerebrale”. Non c’è da stupirsi che guardare sia così faticoso… Il cervello esercita uno sforzo ancora maggiore quando è inondato da un flusso di informazioni, che devono essere elaborate dalla corteccia visiva. Gli scienziati scozzesi di Edimburgo hanno trovato una via d’uscita. Hanno scoperto che chiudere gli occhi per 10 minuti in una stanza buia è sufficiente per rigenerare il nostro cervello. Perché al buio? È biochimica pura. La luce inibisce la produzione di melatonina, il composto che coordina l’orologio biologico, e dà il segnale di stare in allerta. La mancanza di luce invia al cervello il segnale opposto. Questo è un buon metodo per chi, come me, non può o non vuole fare un pisolino durante il giorno.

Un pisolino – sì, ma non troppo lungo!

Questo è un altro modo raccomandato per rilassare la testa. Gli esperti della NASA hanno dimostrato che un semplice pisolino di 26 minuti fatto dai piloti nella cabina di pilotaggio ha aumentato la loro vigilanza del 54% e la loro produttività del 34%. Ma… non può essere troppo lungo. Un pisolino efficace non dovrebbe durare più di 30 minuti. Se entriamo in fasi di sonno profondo, ci sveglieremo disorientati e paradossalmente più stanchi. Per alcuni, bastano letteralmente pochi minuti per essere immediatamente attivi al risveglio.

Non tutti in una volta

Affrontare più cose contemporaneamente (il cosiddetto multitasking) non significa che siamo più efficienti. È scientificamente provato che il cervello “cambia” la sua concentrazione da un compito all’altro. Secondo lo psichiatra Edward Hallowell dell’Hallowell Center for Cognitive and Emotional Health di Sudbury, Canada, la corteccia cerebrale focalizza l’attenzione su una sola cosa alla volta. Se il numero di compiti aumenta, “sparge” l’attenzione in modo irregolare su queste attività – di conseguenza, non facciamo nessuna cosa con sufficiente attenzione, il che può portare alla distrazione. La soluzione? Prima di tutto, fate riposare la testa! Non fare nulla per un po’. E se davvero non abbiamo tempo per questo e le cose pianificate non possono aspettare, vale la pena usare il metodo dei 20 minuti – dedicare questa quantità di tempo solo a un compito, e solo allora passare a quello successivo.

Il rilassamento del cervello non è una perdita di tempo. Non c’è dubbio che dopo il riposo funziona meglio e in modo più efficiente. Questa è la migliore prova che ci è semplicemente grato per un po’ di pace e tranquillità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *